Le pensiline

Le pensiline riescono a combinare l’utile al dilettevole.

Rappresentano una scelta diversa dalle tettoie, poiché non presentano sostegni verticali, ma vengono direttamente incassate nel muro, nella zona soprastante la porta o la finestra desiderata.
La loro utilità è data dal riparo dalle intemperie, che possa essere la pioggia, la neve o anche il forte sole, e che spesso si dimostrano una vera soluzione in ambienti dell’immobile che si ritrovano soggetti a diretto contatto contro le intemperie e quindi, senza un adeguato riparo.

La praticità delle pensiline è data dalla loro facile collocazione e dalle dimensioni decisamente ridotte se commisurate a tettoie e pergole, inoltre esercita la sua funzione in modo eccezionale. Da notare inoltre, che la loro funzione, offre un discreto riparo anche alle strutture di porte e finestre, che vedranno diminuito l’effetto di pioggia, esposizione solare e grandine, riuscendo a mantenere la loro bellezza per maggior tempo.

Le pensiline sono solite essere poste dinnanzi ai portoni delle case, quando questi non sono coperti, oppure in prossimità dei cancelli delle abitazioni e, molto spesso, aggiunte alle porte finestre dei piani pi alti dell’abitazione. Il loro utilizzo sta nel dare un ulteriore riparo contro le intemperie, ma vengono anche utilizzate per dare un maggior risalto alla bellezza dell’immobile, soprattutto quando si tratta di pensiline elaborate e dalle forme geometriche che colpiscono l’osservatore.

I prezzi delle pensiline sono molto diversi, ciò dipende dalle dimensioni delle pensiline stesse, dal tipo di materiale con cui sono realizzate (metalli, plastiche, vetro, ecc.) e anche dalle forme elaborate che possono presentare nonché da veri e propri modelli di design puoi vedere alcuni esempio di prezzi qui.
I modelli solamente funzionali offrono prezzi concorrenziali, diverso il caso delle pensiline che oltre al riparo offrono una bellezza scenica e architettonica; in questi casi il costo può alzarsi di parecchio.

Le pensiline, comunque, sono uno strumento valido alla pari di tettoie e pergole, decisamente meno costose, ma che riescono a svolgere la loro funzione in modo efficace e professionale, con un’installazione poco invasiva e decisamente più facile.

Tettoie e pensiline

Per ripararsi dal freddo o dalle intemperie sull’uscio di casa o nel proprio giardino, spesso si è soliti costruire o installare delle tettoie o delle pensiline. Le tettoie o le pensiline sono delle strutture molto semplici e lineari che svolgono una triplice funzione: proteggere dagli agenti atmosferici, offrire riparo dal sole e decorare o abbellire gli spazi esterni. La funzione prettamente estetica ha spinto molti ad acquistare delle tettoie o pensiline da installare nei pressi della propria abitazione.
Inizialmente, le pensiline venivano usate solo per proteggere i viaggiatori dalla pioggia in attesa dei treni o degli autobus, adesso vengono usate anche nelle abitazioni private per abbellire o decorare con stile l’ingresso. La pensilina ha delle dimensioni molto ridotte e viene essenzialmente collocata in prossimità dell’ingresso di casa e può presentare una struttura arcuata o orizzontale. Le pensiline più classiche sono solitamente realizzate in legno, un materiale molto resistente alla pioggia e all’umidità e che inoltre dona eleganza e stile ad ogni abitazione, mentre la copertura viene costruita con tegole o pannelli in vetro. Per case dallo stile più moderno si acquistano delle pensiline con strutture in ferro o in alluminio e pannelli in policarbonato trasparente.
Le tettoie, a differenza delle pensiline, hanno dimensioni più grandi e vengono usate anche per oscurare ampie zone del giardino o all’occorrenza diventano delle ottime coperture per le automobili. Le tettoie possono essere di due tipi: addossate aduno dei muri perimetrali dell’abitazione o freestanding per poterle collocare ovunque. Ogni tettoia presenta una struttura composta da pali di medio-grande spessore ancorati al terreno e una copertura con travi o pannelli. I modelli più installati di tettoie vengono costruiti in legno con una copertura con pannelli in vetro o in policarbonato, mentre alcuni modelli possono essere ricoperti con piante rampicanti o fiori per armonizzare meglio la struttura all’interno del giardino.
Le tettoie addossate, in alcuni casi presentano come copertura dei pannelli solari o fotovoltaici per poter ottenere anche energia e risparmiare sui consumi. Le tettoie moderne hanno anche coperture avvolgibili per poterle aprire e godere del sole durante la stagione estiva.

Come prendere le misure per una pensilina

come prendere le misure per una pensilina.

Le misure per una pensilina non sono tutte uguali, ovviamente bisogna vedere com’è costruita la struttura dove poi inserirle, solitamente le pensiline hanno molte grandezze, di solito le misure sono:

•La profondità quasi per tutte le pensiline si aggira tra i 70 cm agli 150, in modo da reggere per ogni intemperie.
•Le lunghezze si possono scegliere in autonomia, ma bisogna prendere in considerazione, che più lunga è la pensilina, più la profondità deve essere di massimo 150 cm, dopo di che se il metro e 50 non basta, bisogna procurarsi dei sostegni in legno, oppure in ferro, in modo da evitare qualsiasi rischio di crollo.
•L’altezza dipende dagli ostacoli, cioè (porte, finestre, grondaie).
Queste misure sono fondamentali per la propria sicurezza, e per quella altrui.
Queste misure, sono misure basi per qualsiasi pensilina, poi come scritto in precedenza bisogna prendere in considerazione tutti gli ostacoli.
•Il numero delle travi sono a proprio piacimento, se una struttura è molto grande, bisogna raddoppiare tutte le misure, per un lavoro sicuro, è essenziale.

I sostegni sono indispensabili quando la lunghezza delle travi sono molto dotate, in quel caso la profondità non può superare in alcun modo i 150 centimetri di profondità, quindi sono indispensabili delle travi che tengano le medesime messe in profondità.

Spero di essere stata abbastanza esaustiva nel spiegare l’argomento, oltretutto spero che questo articolo, non sia stato in alcun caso noioso altre info le potete vedere anche qui .

Regolamento sulle tettoie e pensiline

Il regolamento per realizzare una tettoia e pensiline da soli, o da professionisti.
Per questa procedura ci sono rigide regole, che bisogna a tutti i costi rispettare, c’è bisogno di un foglio in particolare, e questo documento serve principalmente come permesso per attività edilizia, in (casa propria).
Per avere questo documento, bisogna solamente andare al comune della propria città, (dove si è residente attualmente), e chiedere il permesso per eseguire lavori edilizi nella propria residenza, sopratutto per tettoie e pensiline, bisogna assolutamente chiedere al comune, altrimenti, se non si richiede il documento, c’è la probabilità che tutto ciò che venga creato, venga smantellato dal comune, perché presa come (non subordinazione), se si vogliono eseguire lavori senza alcuni rischio bisogna richiedere l’autorizzazione, se si parla di tettoie bisogna misurare dalla residenza alla struttura più vicina alla propria casa, perché bisogna che la distanza dalla propria residenza alla costruzione più vicina abbia uno spazio di più di tre metri dalla costruzione più vicina alla medesima, se al contrario, non daranno in alcun modo l’autorizzazione.

Per le pensiline, vale lo stesso discorso, c’è solamente una cosa in particolare, che la maggior parte delle volte, danno quasi sempre l’autorizzazione per questa attività edilizia, sopratutto per la protezione per le strutture

In caso che le regole non vengano rispettato da ogni cittadino, oltre allo smantellamento di lavori, senza alcun documento, c’è una multa non economica.

Spero di essere stata abbastanza esaustiva nella spiegazione di questo argomento, e oltretutto spero che questo contenuto sia stato d’interesse per ogni lettore che si è soffermato a leggere questo articolo.

per vedere delle pensiline guardate anche qui